Come scegliere la Muta giusta

I Materiali

Riguardo alle mute d’apnea, in questo articolo vi forniremo una serie di utili e dettagliate indicazioni per poter scegliere quella più adatta alle vostre esigenze di immersione.

Come abbiamo detto l’esterno delle mute da apnea può essere liscio oppure foderato, mentre l’interno è quasi sempre “spaccato” (ossia a cellula aperta) così da permettere un’aderenza incredibile sulla pelle. Sulla base dei materiali distinguiamo 3 principali tipologie di mute d’apnea che si differenziano per caratteristiche tecniche e sulla cui scelta peseranno molto le condizioni e le modalità in cui effettuiamo le nostre immersioni: Liscia-Spaccata, Foderata-Spaccata, Liscia-Foderata. Il primo aggettivo indica la caratteristica del neoprene all’esterno, il secondo è relativo al neoprene a contatto con la pelle.

1) La muta Liscia-Spaccata, grazie alle bollicine (“spaccate” al momento del taglio del neoprene) che a contatto con la pelle fanno da micro ventose, è quella che aderisce di più al corpo limitando (e se fatta su misura, quasi azzerando) il ricambio di acqua, consentendo quindi il miglior isolamento termico possibile. Questa è tra tutte il modello più performante in quanto, l’assenza di fodera, le conferisce un’elasticità eccezionale ed un alto scivolamento idrodinamico. Inoltre, proprio la parte liscia esterna garantisce una facile e rapida asciugatura fuori dall’acqua anche nei periodi invernali o comunque nelle giornate senza sole. Per tale caratteristica è sicuramente il capo preferito per chi fa spostamenti in gommone anche prolungati e va in mare in qualsiasi stagione. D’altro canto è però molto delicata, più sensibile a tagli o abrasioni sugli scogli e comunque non indicata per tutti gli utilizzi, come la pesca nella risacca o la pesca in tana, anche se, con l’inserimento di particolari parti foderate, la si può irrobustire nei punti di maggior sfregamento.

2) Il modello Foderata-Spaccata è sicuramente il più indicato per chi più facilmente parte da terra, effettuando particolari tipi di pesca, chi fa immersioni soprattutto nella bella stagione o chi non è molto esperto nell’utilizzo di mute tecniche, in quanto unisce comunque ottime caratteristiche di coibenza termica ad una elevata resistenza all’abrasione. Ovviamente tale modello sarà meno elastico della Liscia-Spaccata e fuori dall’acqua si asciugherà molto più tardi, in quanto la fodera tenderà ad assorbire acqua. Grande rilevanza per una miglior qualità del capo ha quindi il tipo di fodera utilizzata. Esistono infatti differenti tessuti ma sicuramente la principale distinzione è tra il Nylon (che caratterizza le mute più comuni ed economiche) e la Lycra (più qualitativa e costosa). Le fodere del primo tipo sono normalmente più spesse e meno elastiche, tendono ad assorbire più acqua e questo comporta anche una minore termicità, inoltre nel tempo, tendono ad irrigidirsi maggiormente. La Lycra invece è sicuramente un materiale con specifiche superiori; molto più elastica e sottile, si asciuga prima e nel tempo mantiene maggiormente le proprie caratteristiche di morbidezza.

3) La muta Liscia-Foderata è un capo molto particolare, utilizzato più che altro in spessori sottili e tipicamente scelto per immersioni nei mari caldi o durante sessioni estive di apnea. Questa muta associa alle caratteristiche del neoprene liscio esternamente, come scivolamento, elasticità, morbidezza ed una facile asciugatura, la comodità di avere una fodera super strech interna per agevolarne la vestizione e garantire maggiore robustezza. E’ infatti l’unico capo d’apnea che permette di essere indossato senza l’utilizzo di acqua saponata o lubrificanti e quindi è privilegiato da chi ama la comodità e non vuole bagnarsi prima di entrare in acqua. Ovviamente, di contro, presenta minor capacità isolante dal freddo e anche minor elasticità rispetto ad una Liscia-Spaccata e per questo motivo è prevalentemente usata in condizioni di acqua calda.

Gli Spessori

Gli spessori comunemente più richiesti per le mute umide sono quelli da 3, 5 o 7 millimetri ma esistono anche spessori intermedi come ad esempio 5,5 o 6,5 mm. In casi di esigenze particolari possono essere utilizzati anche spessori più sottili del 3 mm, tipicamente per mute da apnea pura, o più alti del 7 mm, per situazioni di pesca con freddo estremo. 

Lo spessore della muta, ovviamente, è direttamente proporzionale alla sua capacità termica: quindi maggiore sarà lo spessore e maggiore sarà la protezione termica da essa offerta. All’aumentare dello spessore aumenta anche la sua galleggiabilità per cui necessiteremo di una maggior pesata per avere il giusto assetto in acqua. Premesso che gli spessori sono selezionabili non solo in base alla temperatura dell’acqua ma anche alle specifiche esigenze di immersione, come profondità e tempi di permanenza, di seguito riassumiamo gli spessori consigliati in base al periodo dell’anno in cui verranno effettuate le immersioni:

Periodo estivo: Giacca da 3 o 5 mm – Pantalone da 3 o 5 mm

Periodo autunnale: Giacca da 6,5 o 7 mm – Pantalone da 5 mm

Periodo invernale: Giacca da 7, 8 o 9 mm – Pantalone da 5 o 6,5mm

Periodo primaverile: Giacca da 6,5 o 7 mm – Pantalone 5 mm

Esiste anche la possibilità di creare mute a spessore differenziato, assemblando insieme materiali con altezze diverse sulla base delle particolari esigenze del cliente o dell’utilizzo.

Gli Optional

Numerosi sono gli optional e le personalizzazioni disponibili per migliorare e rendere unica la vostra muta da apnea ed ancora più confortevole la vostra immersione. Tra i vari accessori, anche qui selezionabili in base alle proprie esigenze, possiamo elencare:

> Il “pisette”, un piccolo cono realizzato in neoprene che si applica al pantalone e permette di urinare all’esterno, limitando la dispersione di calore corporeo e annullando il rischio di infezioni o cattivi odori sulla pelle. Si tratta di un optional molto richiesto che consente, particolarmente in inverno, di praticare la pesca subacquea per molte ore consecutive in maniera sicura e confortevole

> Il “rinforzo di carico” o “rinforzo sternale”, che è utilizzato per facilitare il caricamento dei fucili subacquei e può essere applicato sia internamente che esternamente alla muta da apnea. La varie modalità di applicazione o i materiali utilizzati variano a seconda delle preferenze o del neoprene scelto per confezionare la muta. Più spesso è applicato internamente sulle mute Lisce-Spaccate, nelle quali crea una vera e propria imbottitura che, durante la fasi di caricamento del fucile, protegge il petto del sub da possibili contusioni o abrasioni e la muta da eventuali strappi. Mentre è applicato tipicamente all’esterno sulle mute Foderate-Spaccate in cui, oltre che un ottima imbottitura, garantisce un punto di maggior grip, evitando così che il fucile scivoli via nel momento di massimo sforzo e tensione.

> I “rinforzi per gomiti e/o ginocchia”, utili specialmente per coloro che praticano la pesca in apnea a costante contatto con fondali e scogli. Questi particolari rinforzi, in materiale antitaglio, evitano una repentina usura delle muta nelle parti soggette a sfregamento, allungandone la vita nel tempo. 

> La “chiusura della giacca”, che può essere effettuata tramite l’applicazione di un doppio velcro oppure di un alamaro, singolo o doppio.

Buon mare da S-Life.

Lascia un commento

Carrello
ISCRIVITI ED OTTIENI UN REGALO!SCONTO 8% sulle MUTE S-Life!

Iscriviti alla nostra NEWSLETTER! Approfitta del nostro REGALO di benvenuto sul nuovo sito.

Quale settore ti interessa?
Torna su